Un mercoledì da leoni: cavalcando le onde della nostalgia

Stefano Lo Verme per Movieplayer

“È una versione di Com’era verde la mia valle sul surf: la scomparsa di un’aristocrazia, la fine di un’era, il passaggio da un’epoca più innocente a una più corrotta e complessa”. Con questa parole, in un’intervista, John Milius descriveva il progetto più personale della sua carriera da regista: era l’estate del 1976, ovvero due anni prima che Un mercoledì da leoni vedesse finalmente la luce. Milius aveva appena ottenuto i finanziamenti necessari dalla Warner Bros, eppure il film, basato sulla sua giovinezza e sulla sua esperienza di surfista, avrebbe richiesto una gestazione più lunga e complessa del previsto. (continua)