La verità, vi prego, sul cervello

Giorgio Vallortigara per Il Sole 24 Ore

La ricerca sul cervello in questi anni attira l’interesse di molti giovani studiosi, gode di un’enorme popolarità e riceve ingenti finanziamenti. Nuove tecniche, come l’optogenetica, consentono di manipolare il comportamento con straordinaria precisione; è possibile registrare l’attività elettrica individuale di un gran numero di neuroni simultaneamente, oppure rendere trasparente il cervello, con metodologie come CLARITY, per scrutarne composizione molecolare e strutture. Emerge, tuttavia, anche qualche preoccupazione. Cosa abbiamo capito davvero di come funziona il cervello? (continua)

Meglio non sapere?