Dieci anni senza Heath Ledger

Giuseppe Grossi per Movieplayer

I capelli rancidi portati dietro l’orecchio, il vezzo della lingua sempre pronta a bagnare le labbra, e poi una testarda abitudine. Il suo pagliaccio caotico se ne andava in giro per Gotham City a fare sempre la stessa domanda. Sulla bocca avvelenata del suo Joker c’era un quesito semplice ma inquietante, perché destinato a non avere risposta: “Sai come mi sono fatto queste cicatrici?”. Era questo il dilemma personale che il suo clown maledetto amava tirare fuori di continuo assieme a risposte sempre diverse. Quando pensiamo ad Heath Ledger, invece, lo sappiamo benissimo come ce la siamo fatta quella cicatrice. Si è formata il 22 gennaio del 2008, quando il corpo senza vita del 28enne australiano fu ritrovato in un appartamento di New York. Il referto medico parlò di intossicazione acuta, dovuta ad un mix letale di sonniferi e farmaci regolarmente prescritti. (continua)

Il Cavaliere Oscuro: dieci anni di inarrivabile perfezione