Categoria: Storia e Biografie

Marino Falier, unico doge decapitato

Paolo Mieli per Il Corriere della Sera Nella notte tra il 15 e il 16 aprile 1355 il doge Marino Falier prese parte a una congiura atta a sovvertire i poteri veneziani. Forse addirittura la ordì. Lo avrebbe fatto perché…

Perché non possiamo non dirci Ufologi

Vittorio Sabadin per La Stampa Se così tante persone nel mondo credono che gli extraterrestri esistano, siano più evoluti di noi e ci abbiano fatto spesso visita, la colpa (o il merito) è di un ampio stuolo di persone che…

La guerra delle Generali nasce nell’Italia dei Medici

Alberto Mingardi per La Stampa In Italia le grandi partite economico-finanziarie diventano spesso vicende di potere, calibrate pensando a complessi equilibri dentro e fuori la penisola. Così, il tentativo di Intesa San Paolo di assicurarsi il controllo delle Generali, roba…

Todorov tra letteratura e storiografia

David Bidussa per Il Sole 24 Ore La morte ieri di Tzvetan Todorov forse parla a noi, della nostra condizione culturale, meglio dello stato di salute della nostra condizione culturale. È giusto che tutti noi oggi ricordiamo il contributo di…

Giudici fascisti, la fiera dell’impunità

Paolo Mieli per Il Corriere della Sera Il Tribunale speciale del fascismo entrò in funzione il 1 febbraio 1927 e — su segnalazione dell’Organizzazione volontaria per la repressione dell’antifascismo, nota come Ovra — continuò ad «amministrare la giustizia» contro gli…

La crociata dei litigiosi

Paolo Mieli per Il Corriere della Sera Nel 1289 Papa Niccolò IV lanciò un estremo appello per un intervento militare in Terrasanta. O, quanto meno, per il sostegno alle ultime città che resistevano ai musulmani. Con un sottile distinguo tra…

Là dove cominciò il disgelo

Ugo Tramballi per Il Sole 24 Ore «Signor Presidente, mi è venuta in mente un’idea da proporle in un rapido faccia a faccia, diciamo in Islanda o a Londra, magari solo per una giornata». Alla Casa Bianca l’avevano presa con…

Rivoluzionario per caso

Massimo Firpo per Il Sole 24 Ore Quando affisse le sue 95 tesi sulla porta della Schlosskirche di Wittenberg il 31 ottobre 1517, vigilia di Ognissanti, Martin Lutero non aveva nessuna intenzione di provocare lo sconquasso che ne sarebbe seguito.…

Gli atleti di Mussolini che unirono l’Italia

Massimo M. Veronese per Il Giornale A ucciderlo fu lo sport, che era la sua malattia e la sua condanna. E un’imprevedibile ingenuità. Anche quella mattina di fine aprile e di fine guerra stava facendo quello che ora si chiama…