Categoria: Storia e Biografie

Cinque luoghi comuni sulla Grande Guerra e sul Regio Esercito

Andrea Cionci per La Stampa Ufficiali ottusi e incompetenti che mandavano inutilmente a morire i loro uomini; diserzioni di massa e fucilazioni spietate; Caporetto archetipo universale della disfatta … Sono diversi i luoghi comuni sulla Grande Guerra oggi sedimentati nella…

Così Moshe Dayan cambiò rotta

Paolo Mieli per Il Corriere della Sera Al momento della guerra dei Sei Giorni (5-10 giugno 1967) Ahron Bregman aveva nove anni e ha ancora viva nella memoria l’impressione positiva che gli fece la prima visita, con i suoi familiari,…

Gli antifascisti che non vinsero

Paolo Mieli per Il Corriere della Sera Il nome veniva dal rovesciamento di quello del gruppo anarchico fondato a Napoli nel 1865 da Michail A. Bakunin: «Libertà e Giustizia». La nascita è databile all’agosto del 1929, quando giunsero a Parigi…

Un Colosso greco a Manhattan

Lucio Russo per Il Sole 24 Ore La Statua della Libertà, donata dalla Francia agli Stati Uniti d’America come simbolo dei comuni valori conquistati dai due popoli con le loro rivoluzioni e inaugurata nel 1886, è uno dei monumenti più…

Donazione di Costantino un regalo romanzesco

Andrea Frediani per Il Giornale «E affinché la dignità pontificale non sia svilita, ma sia onorata più della dignità e della potenza della gloria dell’impero terreno, ecco che, trasferendo e lasciando al più volte nominato beatissimo pontefice, il padre nostro…

Europa, la parabola degli Stati-nazione

di Donald Sassoon (da Il Sole 24 Ore) E dunque eccoci ancora una volta a discutere dell’Europa. Qualcuno pensa sia ovvio: non abbiamo sempre discusso dell’Europa? In realtà no: noi europei abbiamo cominciato a discutere dell’Europa solo di recente, solo a…

Ragazzi di Salò anche in Sicilia

Paolo Mieli per Il Corriere della Sera La repubblica fascista che Benito Mussolini guidò, per volontà di Adolf Hitler, negli ultimi venti mesi della Seconda guerra mondiale è stata ben analizzata in molti volumi tra i quali sono da menzionare…

Marino Falier, unico doge decapitato

Paolo Mieli per Il Corriere della Sera Nella notte tra il 15 e il 16 aprile 1355 il doge Marino Falier prese parte a una congiura atta a sovvertire i poteri veneziani. Forse addirittura la ordì. Lo avrebbe fatto perché…

Perché non possiamo non dirci Ufologi

Vittorio Sabadin per La Stampa Se così tante persone nel mondo credono che gli extraterrestri esistano, siano più evoluti di noi e ci abbiano fatto spesso visita, la colpa (o il merito) è di un ampio stuolo di persone che…